Tombarello

Tombarello

Il Tombarello, detto anche biso, ha il corpo allungato e robusto, molto panciuto e di color azzurro scuro. Il dorso è attraversato da linee scure ondulate mentre il ventre è argentato. Il capo è appuntito e la bocca è piccola, munita di piccoli denti. Può raggiungere i 50 cm di lunghezza e il chilo e mezzo di peso.
 

Dove vive
Il Tombarello vive in gruppi numerosi con individui della stessa taglia, in acque profonde e si sposta lungo la costa alla ricerca di cibo, tra cui sardine e piccoli pesci. Molto comune su tutte le coste del nostro paese, con una prevalente presenza in Sicilia Nord e in Puglia Ionica, si avvicina ai litorale nei mesi estivi. E’ un pesce che predilige le acque calde.

 

Come si pesca
È molto presente nei mesi primaverili ed estivi lungo tutte le coste italiane, nel periodo della riproduzione. Viene pescato con le tonnare e con le reti a circuizione, con le reti derivanti e talvolta con le lampare.

 

Come si cucina
La compattezza della carne, oltre alla vivacità del colore, sono importanti indici di freschezza. Le sue carni sono rosse, con un sapore particolare, talvolta oleoso e poco apprezzato. Per questo motivo il biso non ha un alto valore commerciale ed è una specie di modesto interesse, pur contenendo le stesse proprietà organolettiche del tonno. Si commercializza fresco, inscatolato, sott’olio oppure essiccato. Viene venduto a tranci, talvolta come tonnetto.

 

Valori nutrizionali per 100 g

  • Acqua 70,65 g
  • Proteine 21,30 g
  • Grassi 8,13 g 100 g

Tombarello = 160kcal