Posts Taggati ‘CARCIOFO TONDO DI PAESTUM IGP’

CARCIOFO TONDO DI PAESTUM

CARCIOFO TONDO DI PAESTUM IGP

All’epoca dei Borboni risale la coltivazione del carciofo, tra le campagne di  Eboli e Capaccio ( Paestum ) r, e la produzione venne incrementata in maniera considerevole successivamente alle opere di bonifica che si ebbero negli anni 30 in tutta la piana del Sele, favorite anche dalla successiva riforma agraria. Il carciofo “tondo di Paestum” si è andato differenziando nel tempo dall’ecotipo originario di Castellamare, arrivando ad avere delle caratteristiche peculiari che gli hanno permesso nel 2005 di ottenere il marchio IGP. Il carciofo si presenta tondo, di media pezzatura, con variazioni di colore dal verde al violetto-rosaceo, morbido e fragrante.  La raccolta  avviene manualmente nel periodo compreso tra febbraio e maggio quando l’infiorescenza raggiunge una dimensione compatibile con quella del disciplinare che ne regola la produzione. Le caratteristiche commerciali del “Carciofo di Paestum”  sono anche frutto di un’accurata e laboriosa tecnica di coltivazione che gli operatori agricoli della Piana del Sele hanno affinato nel corso di decenni. Il clima fresco e piovoso nel corso del lungo periodo di produzione (febbraio-maggio), che caratterizza tale area, conferisce anche la tipica ed apprezzata tenerezza e delicatezza al prodotto. Il “Carciofo di Paestum” IGP viene utilizzato in cucina per la preparazione di svariate ricette tipiche e di piatti locali.