Posts Taggati ‘Camerota’

La Costa del Cilento

DSCN3027-450x300 Il Cilento è un territorio di 180.000 ettari straordinariamente ricco di biodiversità: la costa, le colline e i monti, il paesaggio che si modifica radicalmente da Agropoli a Sapri, la complessità del rapporto tra aree interne e fascia costiera rende assolutamente inderogabile la necessità di agire per salvaguardare e promuovere l’ambiente, inteso come agglomerato di natura e cultura che consente a un territorio di creare la sua conformazione. Su un territorio così vasto operano, come si conviene, diverse realtà: i Comuni, enti deputati al governo territoriali sono spesso suddivisi in frazioni che hanno pari storia tra loro e con il capoluogo; la Provincia di Salerno; la Regione Campania; l’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni; le Aree Marine Protette “Santa Maria di Castellabate” e “Costa degli Infreschi e della Masseta” e il GAL “I Sentieri del Buon Vivere”. È in questo panorama che, in una fascia di territorio – quella costiera – opera il Gruppo di Azione Costiero “Costa del Cilento”. Al GAC afferiscono i comuni di Agropoli, Ascea, Camerota, Casal Velino, Castellabate, Centola, Ispani, Montecorice, Pisciotta, Pollica, San Giovanni a Piro, San Mauro Cilento, Santa Marina, Sapri e Vibonati, per una superficie totale di 459,14 kmq. Su queste pagine proveremo a raccontarne la vitalità e la ricchezza.    

Camerota

CAMEROTA

Il mito eziologico di Camerota narra di Palinuro, nocchiere di Ulisse, innamoratosi ninfa Kamaraton. La ninfa respinse però l’amore di Palinuro, il quale invocò il dio del sonno Morfeo, a cui chiese di portar via le sue pene. Dimentico di tutto, il valoroso nocchiero cadde dalla nave e annegò in quella stessa notte. Afrodite, dea dell’amore, indignata dal comportamento di Kamaraton, la tramutò nella collina dove attualmente sorge Camerota. Il territorio è uno dei luoghi più importanti in Italia per lo studio della cultura preistorica lungo la costa: a tali studi è stato dedicato il MuViP – Museo Archeologico Virtuale. Tra le sue frazioni più note: Marina di Camerota, Lentiscosa e Licusati.