Ascea BuonPescato Cilentano

Ascea BuonPescato Cilentano

PROGRAMMA DELLA TAPPA DI ASCEA MARINA

Domenica 23 Agosto

ore 18,30 |distribuzione materiali informativi e promozionali sui progetti  del GAC.

 ore 20,30  Laboratorio del Mare  con l’Assessore all’Ambiente del Comune di Ascea, Valentina Pica, Mariateresa Imparato e Caterina Manzione di Legambiente Campania e Federica Sirignano, biologa presso Il Museo Vivo del Mare di Pioppi.

ore 22,00 attività didattica a cura di Legambiente Campania e Slow Food Campania

Lunedì 24

 ore 19,30 Teatro del Gusto a cura di Slow Food Campania protagonista il pescato locale preparato dalla chef Maria Giuseppina Bussu del Ristorante dell’Hotel “Porta Rosa” di Ascea.

ore 21,00 | attività didattiche condotte da Legambiente Campania e Slow Food Campania.

TEATRO DEL GUSTO

PARMIGIANA DI ALICI

a cura della chef Maria Cristina Bussu, Ristorante Porta Rosa

Ingredienti per 4 persone:

  • Pane casereccio raffermo;
  • Aglio;
  • Pomodorini;
  • Alici;
  • Parmigiano;
  • Mozzarella di bufala;
  • Sale,olio e prezzemolo.

PROCEDIMENTO

Sbriciolare il pane e aromatizzarlo con aglio prezzemolo, parmigiano, pomodorino, sale e olio extravergine di oliva.

Rivestire con il pane degli stampini da crostata.

Assemblare la crostatina alternando alici, mozzarella, pomodoro cotto.

Completare con mozzarella e parmigiano.

Cucinare al forno per 5 minuti a 185° con 50% di vapore.

parmigiana-di-alici

Curiosità

Le alici utilizzate per la preparazione di questa ricetta sono le alici di menaica, la cui antichissima tecnica di pesca era un tempo praticata in tutto il Mar Mediterraneo. Le alici di Menaica si pescano nelle giornate di mare calmo, tra aprile e luglio; i pescatori escono al tramonto e stendono la rete al largo sbarrando il loro passaggio nelle ore notturne. La particolarità di questa tecnica è proprio la rete, che si chiama appunto “menaica”. Questa rete infatti seleziona solo le alici piu grandi, e queste nervose e guizzanti, si agitano perdendo in breve tempo gran parte del loro sangue. 8   I pescatori ritirano a mano la rete in superficie, ed estraggono ad uno ad uno i pesci, ripulendoli direttamente delle interiora e della testa, e sistemandoli in cassette di legno. Non vengono usati per il trasporto a riva alcun tipo di refrigerante, ne ghiaccio. Le alici infatti vengono immediatamente lavorate, prima lavandole nella salamoia, e poi sistemate nei tradizionali vasetti di terracotta, alternate con con strati di sale.

MEDIA

Gallery

Selfie con Sugherello